Tu sei una fiamma del Fuoco unico che tutto pervade. Sei in conflitto e vivi la solitudine dell'io perchè ti consideri una fiammella distinta dalla Fonte.

Raphael
Istituto Integrale di Psicologia e MeditazioneL'insegnamento della MeditazioneLa tradizione meditativa
Yoga-Vedanta
La meditazione
quale via di conoscenza del Sé
Meditazione e salute mentale

Meditazione e salute mentale

La meditazione Vedanta è il sentiero della conoscenza del Sé: la prassi meditativa vedantina produce dei processi di trasformazione che hanno profonda rilevanza nello stato di benessere dell'individuo, e pertanto sono di profondo significato per il ricercatore psicologo. La meditazione Vedanta ha implicazioni nello stato emotivo e cognitivo, nell'armonia psicosomatica e mentale, nella creatività, nei rapporti dell'uomo con i suoi simili e con la natura, ponendosi come una strategia evolutiva che consente lo sviluppo transpersonale e il raggiungimento di uno stato ottimale di salute mentale. Nel percorso vedantino le discipline di discriminazione e autosservazione, le pratiche etiche, il distacco dal desiderio egocentrico, sono aspetti paralleli che producono stati mentali sempre più armonici, in cui si realizzano qualità della salute come l'autodominio, la calma mentale, la comprensione, la generosità e la pazienza.

Come ogni altro sentiero meditativo, il Vedanta è irto di difficoltà: nella prassi meditativa ordinaria il ricercatore può cadere nell'autoinganno, nella rete dei meccanismi di difesa, nella paura, nello sforzo volontaristico, e talvolta può illusoriamente usare la sapienza tradizionale al servizio dell'ignoranza. Per questo è necessario che l'aspirante si affidi a un adeguato Istruttore e che possieda un io sufficientemente strutturato, ovvero abbia maturato quella sintesi indispensabile delle componenti istintive, emotive e mentali tali da conferire la libertà da quella ignoranza primaria che imprigiona la volontà nelle maglie dei bisogni narcisistici.

Per coloro che sono pronti, per chi nella vita ordinaria non trova risposte alle proprie istanze, per chi vuole conoscere la propria reale natura e testimoniarne la compiutezza, il cammino Vedanta rappresenta un luminoso incedere, che progressivamente promuove la realizzazione delle potenzialità nascoste nelle vette inconsce dello Spirito dell'uomo.

"La Realizzazione è sacra Letizia, è serenità permeata d'Amore, è divino Distacco,
è incommensurabile Placidità che ritma lo spazio secondo perfette geometrie di accordi, è Armonia con l'intera vita manifesta e non manifesta".

Raphael, La Triplice Via del Fuoco, Edizioni Asram Vidya, Roma 1986